Pubblicare con SEIPERSEI

4 chiacchiere con l'editore Stefano Vigni Seipersei è un laboratorio di avvistamento di pensiero visuale laterale impegnato nella promozione dei giovani fotografi italiani. Seipersei ha attualmente in catalogo 30 titoli ed è distribuita nelle più importanti librerie di catena e nella migliori librerie indipendenti su tutto il territorio nazionale. https://www.seipersei.com/ Come definiresti la tua casa editrice? Seipersei è una casa editrice a conduzione familiare, composta da me e da mia moglie Chiara. Siamo noi che ci occupiamo di tutto: io mi occupo dell’editing e del book design, Chiara cura il marketing e le campagne d crowdfunding. Poi a secondo dei libri che facciamo ci appoggiamo a traduttori, ufficio stampa o altre figure necessarie per un miglior sviluppo possibile del progetto. Sin dall’avvio della casa editrice abbiamo sempre avuto un particolare interesse per i temi sociali cercando di approfondire alcune problematiche come è stato, ad esempio, per il lavoro sul terremoto del centro Italia o quello sulla Syria. I libri che sono nel nostro catalogo rispecchiano la nostra voglia di uscire da una comunicazione fatta solo per la nicchia della fotografia, che rappresenta comunque il nostro punto di riferimento principale; con i nostri libri vogliamo dare voce ad importanti temi sociali e approfondire i problemi della nostra società contemporanea. Gli argomenti affrontati nelle pubblicazioni del nostro catalogo abbracciano un pubblico trasversale, per questo con i nostri progetti cerchiamo di arrivare a più persone possibile, allargando gli orizzonti comunicativi dei nostri libri. Ci piace evidenziare che i nostri titoli siano fatti per uno scopo, non vogliamo produrre dei libri solo per appagare l’ego dell’autore: vorremmo dare voce a chi non ce l’ha. Ti porto come esempio ciò che è avvenuto in questo periodo della quarantena, momento in cui ci è sembrato opportuno creare un libro di fotografia per i bambini, in considerazione del fatto che proprio i bambini e le famiglie avrebbero avuto la necessità di qualcosa che fosse non solo un passatempo ma anche uno strumento educativo. Altro caposaldo della nostra proposta è l’aspetto culturale: dalla musica ai luoghi della cultura, dal paesaggio al mondo dell’arte. Diamo molto spazio alle proposte dei giovani autori che ci parlano del loro mondo attuale, intimo e personale. Cito i giovani autori che per noi rappresentano una risorsa importante su cui vogliamo investire e in cui crediamo molto, specialmente autori italiani come si può vedere dal nostro catalogo. Mi immagino che riceverai tante proposte di pubblicazione? Nasciamo come piccola casa editrice con una vocazione al selfpublishing, quindi non abbiamo una programmazione a lungo raggio su quelle che saranno le prossime pubblicazioni. Si tratta perlopiù di libri che nascono da un rapporto con l’autore in un progredire insieme che poi porta alla realizzazione del libro. Mi spiego meglio: ricevere una mail con un progetto editoriale non ci permette di capire fino in fondo il vero valore dell’opera e i reali intenti dell’autore. Per tramutare al meglio un progetto in una pubblicazione ci vuole tempo, lavoro e fiducia da parte di entrambi, autore ed editore. Ancor prima del progetto viene la relazione con l’autore. Il rapporto con l’autore è una parte fondamentale del progetto, questo ci permette di capire veramente qual è il suo racconto, il concetto e il messaggio. Cerchiamo di instaurare un rapporto che metta le basi per programmare la giusta strategia di vendita del libro, ad esempio una campagna di prevendita in crowfunding unita alle presentazioni e alle altre attività promozionali, comprese le pubblicazioni nelle più importanti riviste e magazine. Certo l’aspetto del marketing è importante ma nel lavoro dell’editore c’è dell’altro: bisogna creare il vestito più adatto al progetto per amplificarne il potere comunicativo. Come preferisci che ti venga mostrato il progetto da parte dell’autore? Non c’è una regola fissa, a volte ci può interessare di vedere un eventuale dummy o un pdf che può aiutarci a capire il percorso dell’autore e alcune sue indicazioni, questo può essere un buon punto di partenza ma non di arrivo. A volte invece bastano semplicemente le fotografie.

Parlando di aspetti tecnici dei vostri libri ti domando se hai un legame con una tipografia in particolare. Lavoriamo con molte tipografie, ma la cosa che ci interessa di più è che sappia stampare bene e che sappia valorizzare i nostri lavori con una disponibilità ad ogni nostra richiesta. Per la parte propriamente tecnica, specialmente per me che seguo la stampa e la confezione in tutte le sue fasi realizzative è importante che tutto si svolga al meglio. Ci piace che la tipografia ci possa offrire una particolare attenzione a supporto delle nostre esigenze: dalla realizzazione di un cofanetto, a un tipo di stampa particolare o alla stessa rilegatura. Acquista i libri di Seipersei Rivolgersi ad un consulente esperto può fare la differenza Per chi volesse un supporto alla creazione e alla pubblicazione del proprio libro può contattarmi via email al mio indirizzo zuccaccia@gmail.com. Trovate maggiori informazioni sui miei laboratori e sul mio supporto alla creazione di un progetto editoriale, sul mio sito web www.lucianozuccaccia.it

Logo-1.png
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Youtube
  • Instagram

Giorgio Cosulich de Pecine | info@photocoach.it | +39 339 216 4847 | Roma | Italia

 

photocoach.it © 2020 Giorgio Cosulich de Pecine


Tutte le immagini e gli altri contenuti di questo sito web sono protetti in tutto il mondo dalle leggi internazionali sul copyright. Chiedi l'autorizzazione prima di utilizzare qualsiasi contenuto di questo sito web.

Contattatemi per ulteriori domande o richieste.

Trattamento dei Dati | Cookie Policy

training worksshop scuola corso fotografia coaching online reportage roma