Dieci suggerimenti per interagire efficacemente su Instagram

Come ottimizzare i propri risultati utilizzando pochi semplici accorgimenti. Tutti noi utilizziamo Instagram in modo spontaneo, quasi istintivo, cercando di avere quanta più attenzione possibile dagli altri. Le nostre aspettative vengono messe quotidianamente alla prova, traducendosi in numeri che ci indicano la qualità delle nostre azioni sui social, in termini di condivisione, visibilità, gratificazione, sostegno, rapporti. Nella sostanza il nostro successo social è determinato da alcuni fattori che, tradotti in numeri, esprimono la quantità delle nostre interazioni. Questi fattori sono suddivisi in due capitoli fondamentali: In Bound Numero di like ricevuti Numero di commenti ricevuti Numero dei nuovi followers ottenuti Numero di visualizzazioni globali ottenute Out Bound Numero di like verso gli altri Numero di commenti verso gli altri Numero dei nuovi followers seguiti Numero delle visualizzazioni di contenuti altrui Numero di contenuti pubblicati Qualità degli hashtag utilizzati Costanza e frequenza della produttività La quantità di interazioni in e out bound determina, per l'algoritmo di Instagram, la qualità del comportamento di un utente. Maggiore è la qualità, maggiore è la visibilità sulla piattaforma. Il principio di base si fonda sul presupposto che gli utenti intrattengano rapporti sinceri e duraturi, cercando di ampliare costantemente la propria rete di contatti ed interazioni. Ciò vuol dire che un utente che riceve un commento o un like da un altro utente, per avere un buon ranking qualitativo del proprio comportamento social, dovrebbe ricambiare l'attenzione ricevuta, possibilmente con interazioni personalizzate e mai standard. Ad esempio, rispondere ad un commento semplicemente con "grazie mille" non rappresenta una interazione personalizzata. Viceversa "Cara Valentina, grazie mille per le tue parole molto apprezzate!" rappresenta una interazione personalizzata sulla persona a cui ci rivolgiamo. Interazioni personalizzate generano legami più forti e più duraturi con gli altri utenti. Se teniamo in considerazione le variabili sopra elencate e prendiamo alcuni piccoli accorgimenti, noteremo che il nostro rating complessivo avrà un incremento. Se hai un account professionale o creator, potrai controllare l'andamento dai dati Insight, se invece hai un account normale, potrai notare un incremento di uno o più paramentri di routine (like. commenti, followers, visualizzazioni delle storie). 1. MANTIENI UN PROFILO ORGANICO Se ci fai caso i profili Instagram più seguiti sono quelli che hanno contenuti coerenti e focalizzati su un tema. Ad esempio chi pubblica immagini solo di travel, o food, o street photography, o selfie. Questo genere di profili sono capaci di catturare e mantenere l'attenzione dei visitatori con maggiore efficacia rispetto a quei profili che propongono immagini di argomenti e stili fotografici diversi, saltando da un tema all'altro. Se nella vita si dice che le apparenze ingannano, in Instagram l'apparenza è ciò che conta, ciò che un profilo è capace di mostrare in pochi secondi, agli occhi dei visitatori. Chi accede ad un profilo Instagram di un qualsiasi utente vedrà una griglia di immagini. Scrollando lo schermo si potranno visualizzare altre immagini, ma il tempo medio trascorso su un profilo altrui è di pochi secondi. Il consumo di immagini su Instagram viaggia ad un ritmo molto veloce. La prima impressione è quella determinante, quella che spinge un visitatore a rimanere o ad andar via, e se rimarrà avremo una chance che ci segua. Con la sua griglia di immagini iniziali ogni profilo si gioca la propria reputazione ed il proprio destino. Più è accattivante la prima impressione, maggiore sarà la possibilità di catturare l'audience. Il suggerimento è quello di creare un profilo che abbia un tema di fondo (street photography, viaggi, food, life style, selfie, etc...) e pubblicare soltanto immagini inerenti a quel tema. Se avete già un profilo con un seguito di followers e volete sfruttarlo al meglio, il suggerimento è di eliminare tutte quelle immagini che non hanno nulla a che fare con il tema che vi siete prefissati di seguire. Nel tempo comincerete ad essere seguiti sempre di più perchè il pubblico vi identificherà con il tema o l'argomento che vi caratterizza. 2. CREA IL TUO STILE Ogni secondo vengono pubblicate circa 3600 immagini su Instagram, il che mostra le dimensioni di un fenomeno gigantesco e la quantità di materiale che viene condiviso e disseminato sulla piattaforma senza soluzione di continuità. È molto facile appartenete al grande "villaggio globale". Basta esserci. Ma non è così semplice farsi notare, emergere. Non basta esserci. Occorre sviluppare un'identità propria, forte ed originale, che si discosti dai canoni più popolari, che si distingua dal resto della massa, che sia capace di apportare valore e unicità. Non è affatto semplice, ma necessario. Le immagini che vengono visualizzate in griglia su Instagram hanno una grandezza così ridotta per cui solo quelle più esteticamente accattivanti, quelle che fanno leva sulla suggestione immediata, quelle nelle quali il contenuto è facilmente leggibile hanno la meglio su quelle che, invece, per essere apprezzate vanno cliccate e magari anche un po' ingrandite. Nessuno sembra aver del tempo per soffermarsi sui contenuti, tutti divorano un'immagine dopo l'altra, per cui volenti o nolenti dobbiamo trovare il modo per farci notare. Il suggerimento è quello di sviluppare una propria visione fotografica (soggetto, inquadrature, luce) e una lavorazione/filtratura delle immagini che pian piano diventi ricollegabile al proprio profilo e diventi la propria "cifra". Quando avrai trovato la combinazione giusta di fattori che derminano uno stile che ti piace, insisti su quello, vedi quali risultati ottieni e poi rafforza l'identità del tuo profilo. 3. SELEZIONA IN MODO RIGOROSO I TUOI CONTENUTI Anche il contenuto dell'immagine (ciò che mostra, che racconta) e la sua capacità di mostrarlo sono fondamentali per dare risalto all'immagine e al profilo a cui essa è legata. Anche se apparentemente è la forma che più conta su una piattaforma come Instagram, il contenuto è speso considerato altrettanto importante, a patto che appaia evidente senza necessariamente aprire l'immagine. La maggior parte del pubblico scorre le immagini su Instagram nella modalità griglia, per avere una visione d'insieme e per scorrere i contenuti più rapidamente, soffermandosi solo su ciò che a colpo d'occhio cattura lo sguardo e l'attenzione. Il suggerimento è quello di essere molto severi nella selezione delle immagini che volete pubblicare sul vostro profilo. Il livello qualitativo di ciò che viene pubblicato su Instagram è mediamente alto e ciò alza necessariamente l'asticella della competizione per chiunque, all'interno della piattaforma. Selezionate sempre e solo il meglio della vostra produzione, investite sulla qualità del vostro profilo, anche se la quantità porta risultati più immediati ma meno duraturi. I risultati che otterrete mediante la qualità delle vostre pubblicazioni non saranno così repentini, ma una volta arrivati saranno duraturi e incoraggianti. 4. SII GENEROSO CON GLI ALTRI L'interazione con la community premia sempre. Premia perchè gratifica gli altri utenti, premia perchè attiva meccanismi relazionali più duraturi, premia perchè aumenta il livello di engagement (di interazione con gli altri) e di conseguenza la visibilità globale. In fondo Instagram è stato progettato affinché gli utenti potessero condividere ed interagire tra di loro. Nel mondo dei social networks esiste una figura poco amata che si chiama "leech" (sanguisuga), ovvero colui che condivide i propri contenuti ma non interagisce con gli altri, colui che chiede ma non da mai. Il suggerimento è quello di essere sempre generosi nei commenti, nei like e nell'iterazione generale con gli altri utenti. Rispondere sempre ad ogni domanda, ad ogni messaggio o apprezzamento. Spendere qualche secondo in più per lasciare un commento più personale, indirizzato proprio a quella persona e non a chiunque. Questo genere di atteggiamenti di apertura e attenzione verso gli altri sono il concime fondamentale per la crescita e la fioritura dei contatti e dei rapporti all'interno della big community. 5. SCEGLI L'ORA GIUSTA PER PUBBLICARE Non è sempre l'ora giusta per pubblicare un post ed ottenere il massimo dell'attenzione. Ci sono orari specifici durante i quali la nostra platea di contatti è più presente su Instagram rispetto ad altri momenti della giornata. Come facciamo a sapere qual'è l'ora giusta per pubblicare su Instagram? Si ritiene che l'ora migliore della giornata siano le 18:00, perchè mediamente le persone sono uscite dal lavoro e nel tragitto verso casa rimangono più a lungo sui social, in modo continuativo. In realtà non esiste un orario migliore uguale per tutti, ogni utente, a seconda della provenienza geografica dei propri followers, ha un orario ottimale per il proprio profilo. Ad esempio, un profilo italiano che ha la maggior parte dei followers che provengono dagli Stati Uniti deve fare i conti che le abitudini e gli orari americani, non con quelli italiani. Per verificare quale sia l'orario migliore per il tuo profilo, puoi far riferimento agli Insights (dati statistici) che Instagram mette a disposizione per tutti gli account professionali o creator (quelli sincronizzati con una propria pagina facebook). Se vuoi approfondire l'utilizzo degli Insights e determinare al meglio la tua programmazione dei post, leggi l'articolo dedicato all'argomento. 6. SPALMA I TUI CONTENUTI NEL TEMPO Spesso commettiamo l'errore di giocarci tutte le carte in una sola mano. Trasportati dall'entusiasmo e dalla voglia di condividere i nostri contenuti il prima possibile, non ci rendiamo conto che stiamo bruciando un enorme potenziale in termini di visibilità e presenza sulla piattaforma. Pubblicare tutto e subito vuol dire ridurre la continuità del proprio engagement, vuol dire che i nostri contenuti saranno visibili più massivamente ma per un tempo minore. Se bruciamo subito tutte le nostre energie per uno sprint di visibilità, rischiamo di fermarci dopo poco. Gli sprint vanno bene se abbiamo una grande riserva di immagini da spendere in modo continuativo, ma se non abbiamo tali risorse dobbiamo necessariamente dosare il dispendio di risorse. Il suggerimento è quello di spalmare i propri contenuti nel tempo, attraverso una programmazione che consenta di rimanere visibili e attivi più a lungo. Puoi stabilire di pubblicare uno o due post al giorno, negli orari migliori, cercando di estendere la tua continuità il più possibile nei giorni successivi. Ciò garantisce nel complesso più interazioni da parte di altri utenti ed un aumento del proprio engagement, dal momento che uno degli elementi fondamentali dell'algoritmo di Instagram è proprio la continuità produttiva degli utenti. 7. UTILIZZA HASHTAG EFFICACI Come saprai, in Instagram gli hashtag vengono utilizzati per collocare le proprie immagini all'interno di collezioni tematiche ed esser così facilmente visibili e rintracciabili da altri utenti. A seconda degli hashtag che utilizziamo possiamo renderci più o meno visibili alla community. Instagram consente di utilizzare al massimo 30 hashtag per ogni immagine pubblicata, ma secondo uno studio della società Hootsuite il rendimento ottimale in termini di visibilità si ha con l'utilizzo di soli 9 hashtag sotto ogni immagine. L'algoritmo tende ad associare l'utilizzo di troppi hashtag ad una sorta di spamming in cui l'utente preferisce spammare i propri contenuti anzichè indirizzarli ad una platea più specifica e interessata. Ancora una volta la qualità delle nostre azioni è importante e Instagram sembra preferire la qualità alla quantità. Il suggerimento è di individuare una ventina di hashtag efficaci e di utilizzarli in modo alternato ed integrato. Non usare sempre gli stessi, alterna il loro utilizzo e integrali con una serie di hashtag dedicati in modo specifico al contenuto dell'immagine che vuoi pubblicare. Individua i tuoi competitors (profili simili al tuo) e scopri gli hashtag che utilizzano. Poi controlla quanti post sono rappresentati sotto quegli hashtag. Ricorda, maggiore è il numero di post, maggiore è la popolarità dell'hashtag. Un hastag molto popolare contiene risvolti positivi (frequenza di ricerca, visibilità immediata) ma anche una serie di risvolti negativi (flusso produttivo elevato, visibilità poco duratura). Se vuoi approfondire l'utilizzo mirato degli hashtag leggi l'articolo dedicato all'argomento. 8. CONNETTI I TUOI ACCOUNT IN LOOP Uno strumento che si può rivelare molto utile è l'interconnessione di tutti i nostri account social e web (Instagram, Facebook, Youtube, Whatsapp, sito web, Linked In, Twitter, etc...). Possiamo sfruttare i nostri spazi social e web per indirizzare il nostro pubblico ad approfondire i nostri contenuti e a visitare tutte le nostre piattaforme. Oppure possiamo decidere di indirizzare tutti gli utenti verso una sola direzione, ad esempio verso il nostro profilo Instagram, da qualsiasi posizione essi accedano ai nostri contenuti. Il suggerimento è di inserire all'interno dei tuoi spazi social e web un link che rimandi ad un altro spazio in modo da creare una interconnessione in loop (a cerchio) e linkare così l'uno a l'altro tutti i tuoi spazi. Oppure puoi decidere di linkare tutti i toui spazi in una unica direzione, magari per favorire nuove pubblicazioni o eventi legati alla tua attività, creando una interconnessione a imbuto. Puoi modificare l'assetto dell'interconnessione in ogni momento e finalizzarlo, di volta in volta, ad uno scopo specifico. 9. UTILIZZA EFFICACEMENTE IL TESTO In che modo utlizziamo lo spazio dedicato alla descrizione delle immagini, quando pubblichiamo su Instagram? L'utilizzo dello strumento descrittivo è utilizzato in modo del tutto eterogeneo. Ogni utente decide se utilizzarlo o meno e come utilizzarlo, che genere di testo inserire, solo una descrizione sintetica o qualcosa di più coinvolgente? Lo spazio dedicato alla descrizione dell'immgine, che Instagram ci mette a disposizione, è un ottimo strumento di comunicazione per raccontare chi siamo e cosa facciamo. Possiamo utilizzarlo nei modi più diversi e cercare di catturare l'interesse del nostro pubblico e di potenziali nuovi followers. Se è vero che l'apparenza serve a catturare l'attenzione, è altrettanto vero che i contenuti servono a catturare l'interesse. Il suggerimento è quello di utilizzare il testo in modo efficace a seconda di quello che vogliamo ottenere. Ad esempio, se vogliamo cercare di aumentare i nostri followers in modo mirato, ovvero investire sulla qualità del pubblico che ci segue, raggiungendo solo coloro che sono veramente interessati ai nostri contenuti, possiamo utilizzare un testo di tipo emozionale, che esprima i nostri valori, i nostri dubbi, le nostre riflessioni, i nostri obiettivi. Se invece vogliamo spingere i nostri followers ad interagire con un singolo post (es. aumentare i commenti) possiamo adottare quella che si chiama call-to-action, ovvero porre dei quesiti in modo che i nostri followers siano stimolati a dare una risosta o a compiere un'azione correlata. Ad esempio, se stiamo pubblicando la foto di una tazza di caffè fumante posta su un tavolo, insieme ad un libro e a un paio di occhiali da lettura, potremmo utilizzare un testo del tipo: "Il momento che preferisco della giornata è dopo il lavoro, quando rientro a casa e posso dedicarmi a ciò che amo di più, la lettura. Qual'è il vostro momento migliore e quale la cosa che amate di più?". Il testo spinge il lettore ad interaggire con il quesito, a dire la sua. 10. LA COSTANZA PREMIA Non c'è strumento migliore della costanza per raggiungere i propri obiettivi. Nulla accade subito, ogni obiettivo ha il proprio tempo fisiologico per essere raggiunto ed sono propria la costanza, la dedizione ed il sacrificio che mettiamo nel raggiungimento di un obiettivo che alla fine fanno la differenza. Nessuno di questi suggerimenti si rivelerà utile o produttivo se non applicato con costanza e dispendio di tempo ed energie. Pensiamo di non aver tempo sufficiente in una giornata per far tutto quello che vorremmo, ma spesso non ci accorgiamo che utilizziamo male il nostro tempo, focalizzandoci il più delle volte su obiettivi che ci sembrano primari, ma che in realtà sono secondari. Il suggerimento è quello di programmare su base giornaliera l'impegno che vorrai dedicare a promuovere il tuo profilo su Instagram, in modo da garantire una costanza e una continuità nel tempo e nell'utilizzo della piattaforma. Con la programmazione sarai in grado di trasfomare questi piccoli accorgimenti in abitudini di routine e comincerai ad ottenere i tuoi risultati. Una strategia ha bisogno di essere pianificata ed attuata con rigore, altrimenti non porta alcun risultato importante. Se vuoi approfondire l'utilizzo di Instagram puoi iscriveri al workshop dedicato o scaricare il corso in PDF #instagram #visibilità #engagement #strategie #insights #consigli #socialmedia #socialnetworks

Logo-1.png
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Youtube
  • Instagram

Giorgio Cosulich de Pecine | info@photocoach.it | +39 339 216 4847 | Roma | Italia

 

photocoach.it © 2020 Giorgio Cosulich de Pecine


Tutte le immagini e gli altri contenuti di questo sito web sono protetti in tutto il mondo dalle leggi internazionali sul copyright. Chiedi l'autorizzazione prima di utilizzare qualsiasi contenuto di questo sito web.

Contattatemi per ulteriori domande o richieste.

Trattamento dei Dati | Cookie Policy

training worksshop scuola corso fotografia coaching online reportage roma