Lo stile di un’idea: la fotografia concettuale

Image-empty-state.png
Autore
Lingua
Quando
Dove
Lezioni
Caterina Santinello
Italiano
20 aprile 2021
Online via Zoom
2
€ 19,90

Nel mare infinito di fotografie che popolano i media, in che modo possiamo rendere riconoscibile il nostro lavoro, conferendogli un tratto distintivo? E soprattutto: esiste un motivo valido per aggiungere anche il nostro contributo alla debordante massa di immagini già esistente?

La risposta alla prima domanda è facilmente intuibile: siamo riconoscibili quando riusciamo a crearci uno “stile” personale e originale. La seconda risposta tocca una questione più complessa che spesso passa in secondo piano rispetto all’intento di realizzare una “bella fotografia”. La fotografia, oggi più che mai, dovrebbe essere “buona”, “efficace”, e tale efficacia inizia quando si stimola la riflessione, si suscitano interrogativi - con una volontà dell’autore in questo senso più o meno profonda, ma sempre percepibile a qualche livello di lettura.

Caterina Santinello - specializzata nello studio della forza espressiva del corpo umano - vi guiderà nel mondo della fotografia concettuale, quell’immagine che viene concepita nella mente dell’autore e poi messa in scena in modo più o meno elaborato, spiegando in che modo si crea uno stile e come un’immagine si può progettare per essere contenitore del vostro messaggio.

Di cosa parla

Quali sono gli elementi che danno vita ad uno stile? Vedremo che prima di essere un insieme di caratteristiche formali, lo stile nasce dalla consapevolezza delle proprie motivazioni, dello scopo per il quale si intende fotografare. Una volta comprese queste motivazioni sarà solo una conseguenza rivestirle di connotati estetici. L’avvento del digitale ha dato un grande contributo a questo genere permettendo di assemblare e alterare gli elementi compositivi senza alcun limite, che non sia dato dall’immaginazione e dal proposito di comunicare un’idea. Inoltre l’attenzione è centrata sul contenuto e molto meno sul mezzo tecnico: a differenza di altri generi (come sport, still life) nella foto concettuale anche l’attrezzatura più semplice ed economica è idonea allo scopo. Per questi motivi si tratta dunque di un fertile terreno di indagine per tutti, anche per chi inizia da zero a tracciare il proprio percorso creativo.

A chi è rivolto

Fotografi e appassionati di fotografia
Artisti che utilizzano la fotografia
Illustratori

Cosa impari

✅ Che cos’è la fotografia concettuale. Esempi dall’archivio dell’autore ed esempi di altri autori
✅ Dove guardare, che cosa cercare, come individuare il nostro contenuto: dalla realtà intorno a noi, all’universo dentro di noi
✅ Realizzare l’immagine “staged”: modalità analogica (allestimento) o montaggio digitale?
✅ Metamorfosi dell’immagine. Quando il punto di partenza è una fotografia preesistente. La found photography e il collage
✅ L’immagine ha bisogno della parola? Nel lavoro concettuale, ogni mezzo narrativo accessorio può essere utile a guidarne la lettura. Ma vedremo come il messaggio possa anche essere solo suggerito, lasciando l’interpretazione finale all’osservatore.


Programma

LEZIONE #1
20 aprile 2021 - Ore 19.00-19.40

👉🏻Lezione teorica, esposizione dei temi sopra elencati, cenni storici ed esempi tratti dal panorama contemporaneo
👉🏻 Dialogo con i partecipanti al fine di fornire a ciascuno indicazioni su come iniziare un proprio lavoro di ricerca


LEZIONE #2
27 aprile 2021 - Ore 19.00-19.40

👉🏻Esame dei lavori dei partecipanti (eseguiti durante la settimana tra i due incontri, oppure lavori precedenti già pronti)
👉🏻Consigli di editing e post produzione



Dove

Online via Zoom - Al termine della prenotazione riceverai una email con il link ed i dati di accesso alle lezioni

Limite partecipanti

No

Requisiti

Nessun requisito particolare richiesto. Nel caso l’allievo sia interessato ai processi di elaborazione digitale, può essere utile una minima conoscenza base di post produzione.




20 aprile 2021
€ 19,90
Image-empty-state.png
puntointerrogativo.png

Caterina Santinello

Fotografa

Caterina Santinello, nata a Padova, inizia a occuparsi di fotografia nei primi anni ’90. La sua ricerca artistica è rivolta alle persone, al corpo (pratica la danza come ballerina, insegnante e coreografa) e a tutto ciò che ha attinenza con l’essere umano: storie, emozioni, trasformazioni, relazioni, ambiente abitato.

È fotografa di scena, in particolare per la danza e il tango argentino. Ha pubblicato servizi fotografici sulla danza per l’editoria del settore e svolge attività didattica conducendo workshop fotografici con modelli-danzatori.

Attualmente propone una strategia formativa multidisciplinare in cui la pratica corporea e l’esercizio visivo sono strettamente connessi: nello stage Danza&Visione i danzatori sono guidati nel tradurre l’esperienza di movimento in forma di immagine, realizzando un progetto fotografico di cui sono protagonisti.

Promuove eventi culturali nella propria città, in particolare è co-fondatrice di Utopya Fotografia, rassegna stabile di attività didattiche, espositive e di ricerca sulla fotografia contemporanea che ospita fotografi internazionali dal 2012.

La sua attività si identifica oggi con il marchio “Art pour la Danse”: fotografia, arte ed eventi per chi ama la danza.

Ha realizzato mostre in varie città italiane. Tra queste nel 2015, ‘L’abbraccio che danza’ nell’ambito del festival Fantadia di Asolo, la principale rassegna europea di multivisione e la mostra ‘Il viaggio’ per la sezione off del festival Photo Open Up, Padova 2020.

Scopri di più

Domande frequenti

Cosa succede se non posso più partecipare?

Nel caso tu non possa partecipare più ad una lezione in streaming già prenotata ed acquistata, ti verrà fornito un link della durata di 10 giorni dove usufruire della registrazione della lezione.

Come ottengo il link per accedere alla lezione?

Dopo aver effettuato l'acquisto della lezione, riceverai una email con un link, dal quale potrai scaricarti o leggere un pdf con tutti i dati per partecipare alla lezione.

Posso interagire con il docente?

Assolutamente si! Le lezioni streaming sono concepite per fornire un contributo didattico ma allo stesso tempo interagire ed ascoltare i partecipanti. 

Posso rivedere la lezione?

Tutte le lezioni in streaming sono registrate e messe a disposizione dei partecipanti per dieci giorni dopo la lezione, visibili su questo sito. Ai partecipanti verrà inviata una email con il link alla lezione registrata.

Cosa succede se non si raggiunge il numero di partecipanti minimo richiesto?

Se il workshop non dovesse raccogliere il minimo richiesto di adesioni necessarie, la data di inizio verrà posticipata e comunicata agli iscritti, per permettere il raggiungimento della quota minima prevista di adesioni.

Posso regalare la lezione ad un amico?

Se hai voglia di regalare una lezione ad un amico puoi farlo indicando il nome del destinatario nelle note d'acquisto, prima di completare il pagamento. Una volta ricevuta l'email di conferma con il link ai dati di connessione, potrai inoltrarli al destinatario. I dati di accesso alle lezioni sono strettamente personali, abbine cura.