Cartier-Bresson libro dopo libro

€ 14,16

Cartier-Bresson. Libro dopo libro, di Ferdinando Scianna con una introduzione di Stefano Bartezzaghi, è il secondo titolo della collana Lampi e nasce dal legame che per anni ha unito Ferdinando Scianna e Henri Cartier-Bresson. Di quelli intensi, profondi, duraturi. Fatto di stima, rispetto e ammirazione e di tanti libri, per lo più di fo­tografia. Al maestro del fotografo siciliano, al suo insegnamento, alle sue imma­gini e ai suoi libri, è dedicato questo volume.

Un libro che non è un saggio erudito, né un trattato di filologia. Quel che Scianna propone è una conversazione molto persona­le incentrata, come scrive lui stesso, su due grandi passioni: “Quella per i libri, soprattutto i libri di fotografia, e quella, nello specifico, per i libri di Henri Cartier-Bresson che io con­sidero il maestro dei miei maestri e certo non solo io, visto che quattro generazioni di fotografi si sono rifatti a lui come al punto di riferimento più importante della fotografia mondiale del XX secolo. Almeno, di un certo tipo di fotografia. Mi interessano i suoi libri in modo particolare perché credo esistano alcuni paradossi e molte ragioni di interesse che ri­guardano il rapporto di Cartier-Bresson con i libri. E dei suoi libri con la mia vita”.

È un volume senza immagini questo che esce per Lampi perché, come sottolinea Bartezzaghi nel suo testo introduttivo, “se i libri di Cartier-Bresson possono fare a meno delle parole, questo libro di Scianna (che di quei libri parla) può fare a meno delle fotografie. Può farne a meno anche perché spesso quelle di cui parla sono fotografie notissime, studiate, commentate, sezionate, ammirate centinaia di migliaia di volte e che ai nostri tempi, per merito o per colpa di internet, possono essere richiamate con pochi tocchi di dita addirittura sul proprio telefono”.